Quei due (Il sottoscala)

Stagione Comune di Pergine

Mercoledì 25 gennaio 2017 - ore 20.45

Massimo Dapporto e Tullio Solenghi sono due barbieri della periferia londinese che vivono assieme da una trentina d'anni. I due consolidati interpreti della scena italiana si trovano per la prima volta in scena insieme in questa inedita nonché splendida commedia sull'amore.

Acquista online

 

Star Dust Show Productions

di Charles Dyer
con Massimo Dapporto e Tullio Solenghi
regia di Roberto Valerio

Una splendida commedia sull'amore. Un amore che dura per tutta una vita. Un amore fatto di attenzioni, di cure reciproche, di affetto; e naturalmente di continui litigi, ripicche, dispetti e plateali scenate. Un vero amore. Un amore omosessuale. Protagonisti due uomini di mezza età, Charlie e Harry, una coppia di barbieri omosessuali "intrappolati"da circa trent'anni in una barberia londinese
situata in un sottoscala dove hanno condiviso gran parte delle loro irrisolte vite. È forse proprio quell'amore ormai lacero e stantio, ma ancora capace di accendersi e dispiegarsi con calore, l'unica cosa in grado di restituire un senso alla loro tragicomica parabola esistenziale. E così continuano, malgrado tutto, a prendersi teneramente cura l'uno dell'altro forse perché la solitudine è un abisso troppo oscuro e doloroso in cui sprofondare. Su tutta la commedia incombe l'ombra di un processo che Charlie dovrà affrontare per sospetto di omosessualità e per atti osceni in luogo pubblico. Quello di Harry e Charlie è un amore consumato clandestinamente in un oscuro"sottosuolo", emblema di una felicità sacrificata, di un'esistenza votata alla dissimulazione e alla vergogna, sullo sfondo di una società omofoba, quella dell'Inghilterra degli anni Sessanta, che sorveglia e punisce (per dirla con Foucault) gli omosessuali con pene severe. Una società inchiodata al giogo dell'oscurantismo,in cui essere omosessuale significava rischiare il carcere o la castrazione chimica. Due esistenze castrate, mortificate e offese quelle di Harry e Charlie, come quelle di moltissimi altri omosessuali dell'epoca, perseguitati da una legge obsoleta che si perde nel tempo: il Buggery act adottato in Inghilterra per la prima volta nel 1533 e abolito soltanto nel 1967. (Roberto Valerio)

 

 

 
                                                          

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici per archiviare informazioni che verranno riutilizzate alla successiva visita del sito. Può conoscere i dettagli cliccando su "Informativa". Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per maggiori informazioni clicca qui.

  Accetta e prosegui.