Thanks for vaselina

Pergine Spettacolo Aperto

Domenica 3 luglio 2016 - ore 21.00

Fil e Charlie, due trentenni dal futuro incerto coltivano marijuana nel loro appartamento comune. Un giorno decidono di tentare il colpo della vita, ovvero di esportare un grosso quantitativo di erba dall'Italia al Messico, rimasto a secco. Quando tutto finalmente è pronto, ecco che fa la sua riapparizione, dopo quindici anni di assenza, il padre di Fil. Adesso si chiama Annalisa, è un transessuale, e la sua ricomparsa complica irrimediabilmente le cose.

 

drammaturgia Gabriele Di Luca 
regia Gabriele Di Luca, Massimiliano Setti e Alessandro Tedeschi 
interpreti Gabriele Di Luca, Massimiliano Setti, Beatrice Schiros, Ciro Masella e Francesca Turrini 
musiche originali Massimiliano Setti 
luci Diego Sacchi 
costumi e scene Nicole Marsano e Giovanna Ferrara 

coprodotto da Carrozzeria Orfeo e Fondazione Pontedera Teatro 
in collaborazione con La Corte Ospitale e Festival internazionale Castel dei Mondi di Andria 

Last seen KPL / Miglior spettacolo dell'anno 2013

Tutte le piantagioni di droga in Messico sono state distrutte da bombardamenti USA e le numerose vittime puntualmente derubricate a "effetti collaterali". Fil e Charlie, due trentenni dal futuro incerto – cinico e disilluso il primo, animalista e appassionato difensore dei diritti civili il secondo –, coltivano marijuana nel loro appartamento comune.

Un giorno decidono di tentare il colpo della vita, ovvero di esportare un grosso quantitativo di erba dall'Italia al Messico, rimasto a secco. Come insospettabile corriere scelgono la coetanea Wanda, obesa e in perenne crisi di autostima. Dopo ripetuti tentativi riescono a convincerla con la complicità della madre di Fil, Lucia, appena uscita da una clinica per ludopatici. Quando tutto finalmente è pronto, ecco che fa la sua riapparizione, dopo quindici anni di assenza, il padre di Fil nonché ex marito di Lucia. Adesso si chiama Annalisa, è un transessuale, e la sua ricomparsa complica irrimediabilmente le cose...

Nonostante le apparenze, Thanks for Vaselina è la storia di individui sconfitti, abbattuti, messi all'angolo dal mondo che prima li ha illusi e sfruttati, poi tragicamente derisi. È il controcanto degli "ultimi", dove ogni desiderio è destinato a tramutarsi in fallimento, in una perenne oscillazione fra la realtà e l'assurdo, fra il sublime e il banale. Un affresco impietoso dei paradossi e delle ipocrisie del nostro tempo, che con un linguaggio acre e scoppiettante smaschera la continua manomissione delle parole, l'occultamento della verità, il riproporsi del binomio vittima-carnefice in ogni artificiale percorso spirituale, corso di autostima o di seduzione, finto impegno civile, ossequio al politicamente corretto. Surreale e farsesco, ma anche tetro e dolente, Thanks for Vaselina ha l'ambizione di portare in scena la mostruosità del contemporaneo con un atto di non esplicita violenza. Un atto di morbida sodomia.

Per ulteriori informazioni e acquisto biglietti, cliccate qui.

 

 
                                                          

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici per archiviare informazioni che verranno riutilizzate alla successiva visita del sito. Può conoscere i dettagli cliccando su "Informativa". Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per maggiori informazioni clicca qui.

  Accetta e prosegui.