Bisbetica

Stagione Comune di Pergine

Giovedì 26 novembre 2015 - ore 20.45 

La bisbetica domata di William Shakespeare messa alla prova. Una divertente commedia nella commedia con Nancy Brilli. Ricca di colpi di scena porta a riflettere sui rapporti uomo-donna. Un'occasione unica per vivere l'allegria, l'ironia e lo stupore con cui La bisbetica domata è diventata un cult. Senza tradire la commedia originale, la rivisitazione è in grado di affascinare lo spettatore restituendogli la contemporaneità di un autore senza tempo.

 

La Pirandelliana srl 

La bisbetica domata di William Shakespeare messa alla prova
traduzione e drammaturgia di Stefania Bertola
con Nancy Brilli, Matteo Cremon, Federico Pacifici, Gianluigi Igi Meggiorin, Gennaro Di Biase, Anna Vinci, Dario Merlini, Brenda Lodigiani, Stefano Annoni e nel ruolo del Dr. Jolly Valerio Santoro
regia di Cristina Pezzoli

Un classico senza tempo, l’ineguagliato capolavoro di William Shakespeare che una rappresentazione travolgente e colorata da elementi popolari ed echi della commedia dell’arte trasformano in un evento imperdibile. Attraverso il gioco metateatrale la chiave registica sostituisce allo Sly di Shakespeare tutta la compagnia facendola diventare il gruppo di attori che mette in scena La bisbetica domata. La vicenda è arricchita da una verve comica che guida in modo parallelo i destini degli attori della compagnia e dei personaggi della commedia. L’immediatezza del linguaggio musicale si sposa anche con i gusti di un pubblico giovane perché l’originale messa in scena è di grande impatto visivo.
Il numeroso cast dà vita a un doppio spettacolo in cui ciascuno è sia attore della compagnia che personaggio di Shakespeare. Una commedia nella commedia ma divertente, ricca di colpi di scena che, col sorriso, porta a riflettere sui rapporti uomo-donna, un’occasione unica per vivere l’allegria, l’ironia e lo stupore con cui La bisbetica domata è diventata un cult. Senza tradire la commedia originale si dà vita a una rivisitazione in grado di affascinare lo spettatore restituendo la contemporaneità di un autore senza tempo. La condizione femminile non era molto favorita per l’epoca di Shakespeare, tuttavia l’autore ha voluto dimostrare il suo disappunto sui matrimoni combinati che non erano altro che accordi economici, mettendo in risalto il diritto di poter decidere della propria vita.

Acquista online 

 
                                                          

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici per archiviare informazioni che verranno riutilizzate alla successiva visita del sito. Può conoscere i dettagli cliccando su "Informativa". Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per maggiori informazioni clicca qui.

  Accetta e prosegui.