I sogni del lago salato

Effetto festival

Martedì 13 ottobre 2015 - ore 20.45 

Dopo "La prima neve", Andrea Segre torna al suo amato cinema documentario.
Il Kazakistan oggi vive l'euforia dello sviluppo che l'Italia non ricorda nemmeno più, con una crescita pari al 6% basata soprattutto sull'estrazione di petrolio e gas, anche grazie agli investimenti dell'ENI. Andrea Segre esplora in questo film il doppio filo che lega l'economia kazaka a quella italiana, intrecciando le immagini delle steppe euroasiatiche con quelle dell'Italia degli anni '60, tratte dagli archivi dell'ENI e dei genitori del regista; in questo modo il film dà voce ai giovani protagonisti della crescita italiana di quegli anni, ma anche a contadini, pastori e giovani donne kazaki le cui vite sono oggi rivoluzionate dall'impatto delle multinazionali del petrolio.

Regia di Andrea Segre 
Italia 2015, 72' 
genere: documentario 
Ingresso: 5 euro
Il regista s'intratterrà col pubblico in videoconferenza al termine del film

 

 

 
                                                          

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici per archiviare informazioni che verranno riutilizzate alla successiva visita del sito. Può conoscere i dettagli cliccando su "Informativa". Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per maggiori informazioni clicca qui.

  Accetta e prosegui.